Violenza sessuale: Centinaio, ancora stupri, subito castrazione chimica

Roma, 6 ott. "Cosa aspetta il governo a punire questi schifosi con la castrazione chimica? Ancora una volta apprendiamo di casi di violenza sessuale nel nostro Paese, divenuto ormai senza controllo. Nel Bresciano un degenerato maestro di karate e uno pseudo educatore di parrocchia hanno abusato di bambine minorenni e in provincia di Foggia due nigeriani sono stati arrestati dalla polizia per violenza sessuale di gruppo ai danni di una connazionale. Tragedie quotidiane che distruggono la vita di bambine e donne. Questi sono i diritti da difendere. Invece di battersi con ridicoli scioperi della fame pro Ius soli per regalare la cittadinanza, il governo porti in aula e approvi la nostra proposta di legge sulla castrazione chimica. Serve urgentemente un segnale forte come deterrente. Attendere ancora o far finta di non vedere cosa sta accadendo significa essere complici di questi animali".   
 
Lo dichiara Gian Marco capogruppo al senato della Lega.

2 per mille

 

 

 

 

 

Lega Nord Padania, via Carlo Bellerio, 41 - Milano - Copyright © 1997-2017 Tutti i diritti riservati. CF 97083130159